La nuova console ibrida della Casa di Kyoto Nintendo Switch ha debuttato sul mercato  lo scorso 3 marzo, eppure ci sono già state alcune segnalazioni di un temibile bug che rende completamente inutilizzabile il dispositivo: la schermata della morte.

Il primo a riscontrare questo gravissimo problema è stato un giocatore Francece,che dopo aver giocato per ore a The Legend of Zelda: Breath of the Wild in modalità fissa, ha estratto la console dal dock ed è incorso nel terribile bug.

La schermata della morte si presenta in due differenti modalità: la schermata della morte arancione, con la quale è sufficiente premere per 1 minuto il pulsante di accensione di Switch per ripristinare il dispositivo, e la schermata della morte blu, per la quale attualmente non esiste un rimedio efficace. Se non quello di mandare la console in assistenza.

Il dispositivo di un giocatore, addirittura, in seguito al bug ha riscontrato anche problemi al giroscopio e continui tremolii allo schermo, ed il giocatore è stato costretto a sostituire la console.

Come abbiamo già detto, purtroppo non esiste una soluzione a questo assurdo bug, se non quello di mandare indietro la console e farsela sostituire con una funzionante. Un gravissimo problema a cui Nintendo dovrà immediatamente dare una spiegazione, e sopratutto far in modo che non accada mai più, anche per non rovinare il buonissimo nome che questa casa si porta avanti da generazioni.