La realtà virtuale incontra gioco online e scommesse

0

La realtà virtuale, una tecnologia di cui si sente parlare da decenni, sembra essere matura per approdare nella vita quotidiana. I passi in avanti fatti negli ultimi due anni sembrano aver dato quella spinta definitiva che ha destato l’interesse non solo dei “big” dell’hi-tech, ma anche dei colossi nel campo del gioco d’azzardo e delle scommesse.

I più sofisticati headset VR come Oculus Rift e HTC Vive, o i più semplici visori per smartphone quali Google Cardboard e Samsung Gear VR, potrebbero dunque essere utilizzati in un futuro prossimo non soltanto per divertirsi con giochi e applicazioni videoludiche, ma anche per puntare alle slot, alla roulette e agli altri giochi da casino.

Solo qualche giorno fa il colosso svedese NetEnt, uno dei leader a livello mondiale nella produzione e fornitura di software per la gestione dei sistemi che stanno alla base dei casino online, ha dichiarato con una nota ufficiale l’interesse dell’azienda nelle possibilità offerte dalla tecnologia VR, annunciando anche un prototipo funzionante della prima slot machine VR. Anche se è lecito ipotizzare che si tratti solo di una trovata di marketing per valutare il reale interesse del pubblico, bisogna comunque tenere presente che questa società è sempre stata in prima linea per quanto riguarda l’introduzione delle novità tecnologiche nel settore del gioco d’azzardo virtuale, il quale potrebbe essere di nuovo rivoluzionato dopo il successo delle applicazioni per le scommesse da mobile.

Tuttavia non è stata NetEnt la prima società ad investire nella realtà virtuale per i giochi a denaro: già lo scorso anno l’operatore Alea Gaming Ltd, proprietario del casino slotsmillion.com (non operante in Italia ma molto conosciuto all’estero), ha reso accessibile in via sperimentale una versione del casino online compatibile con visori VR: una prestigiosa sala da gioco situata all’ottantesimo piano di un grattacielo lussuoso, comprensiva di bar a angolo relax; il tutto, ovviamente, completamente virtuale.

L’interesse destato da questa novità è stato tale da decretare SlotsMillion VR vincitore agli eGR Operator Awards del premio “Innovazione dell’anno”, non soltanto per il lavoro svolto nella creazione di un ambiente completo in 3D con cui interagire tramite dispositivi Oculus, ma anche per aver preso iniziative riguardo la discussione di misure da adottare per la regolamentazione e la protezione dei giocatori tenendo conto dei nuovi mezzi di fruizione dei servizi di gioco online.

I protagonisti operanti nel campo del gioco online per denaro e delle scommesse in generale si sono sempre dimostrati pronti nello sfruttare le occasioni fornite dal progresso tecnologico. Se il nuovo hardware per la “virtual reality” consentirà a questa tecnologia di conquistare gli utenti in tutto il mondo, non c’è dubbio che il business dell’azzardo online sfrutterà il suo potenziale per espandersi ancora di più. D’altronde, quale target migliore per chi fornisce servizi di gioco e scommesse se non quello degli utenti in grado di acquistare i costosi prodotti in grado di regalare l’immersiva esperienza della realtà virtuale?